Sep
17

Biochimica

Posted by gwineth in ICSI, io lui lei e la pancia

Biochimica è una parola strana, fa pensare a tante cose… tra l’altro, al liceo adoravo biochimica come materia, quindi tutta la situazione è di una certa amara ironia.
Ieri l’altro per la prima volta dopo un esame di betaHCG ho sentito pronunciare la parola “positivo”, solo che accanto c’era “debole”, ossia un valore di poco sopra al 10, che è considerato il minimo (sì, 10, anche se sui referti si parte da 5).
Cova per 48 ore in più e nuove analisi questa mattina: c’era il sole, una volta tanto l’ago non mi ha fatto male, mi sentivo stranamente positiva… eppure il valore è crollato a 2.8, quindi il mio corpo, nonostante il ciclo non sia ancora arrivato, ha deciso di rigettare entrambe le blastocisti di eccellente qualità (una di classe 1, una di classe 2) che gli avevo fatto conoscere 13 giorni fa.
Ok, quindi cosa è successo? L’impianto c’è stato (ho anche avuto una micro perdita da impianto) e l’embrione impiantato ha interrotto la sua evoluzione qualche giorno dopo. Non servono farmaci, raschiamenti e nemmeno ecografie, se ne sta andando da sè.
Succede, ho scoperto, in uno su 10 transfer embrionari dove il risultato della beta è positivo 8-10 giorni dopo il transfer e capita anche nelle gravidanze spontanee, anche se spesso viene confuso con un ritardo del ciclo mestruale, o con un test di gravidanza positivo o dubbioso che diventa negativo quando lo si ripete.
Per quanto io sia a pezzi, ora, la scienza dice che chi ha ottenuto un valore positivo, a prescindere dall’esito, ha sempre un pronostico migliore per i nuovi tentativi.
L’importante è restare saldi.


Jun
21

Day 7 post transfer

Posted by gwineth in ICSI, io lui lei e la pancia

keep calm and stay positive drinking glassCaro il mio bicchiere, Nina è stata davvero preveggente nel regalarmi te, perché mai come in questo periodo la tua scritta ha una duplice valenza: quella di ricordarmi che non devo abbattermi e anche che, nel caso fossi positiva, devo rimanerlo. Buffo, no?
Ecco, diciamo che oggi è uno di quei giorni in cui servi davvero tanto, perchè quando mi sono svegliata, dopo aver gioito per aver perso l’ennesimo mezzo chilo (almeno questa dieta che mi becco sta servendo a qualcosa) mi sono anche resa conto di avere il seno sempre dolorante, ma più sgonfio, e questo di norma segnala che mi sta arrivando il ciclo. Detto in altre parole: epic fail.
E il dramma è che prendo progesterone mattina e sera, quindi anche dovesse arrivare non arriverà, e io continuerò a chiedermi fino a sabato prossimo (una settimana, sembra infinita!) se mi sto facendo viaggi o se sono davvero una e trina (mi basterebbe anche una doppia vita, eh). Paranoia a palla e nessun modo per risolverla.


Elenn sìla lùmenn' omentielvo is Stephen Fry proof thanks to caching by WP Super Cache

encyclopedie & Credit counseling & national guard