Sep
30

Train Haiku

Posted by gwineth in Everyday life

Il sole al tramonto
Sta afferrando
Una parte del treno

(ishida hakyo)


Sep
27

Regaining my innocence

Posted by gwineth in Musica :)


Sep
27

Crescere un bambino

Posted by gwineth in Everyday life

Dice un proverbio africano che per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio. E il coraggio al momento giusto. 


Sep
19

Auguri, elfetto

Posted by gwineth in Everyday life

oggi compie gli anni shaylann… un modo diverso di fargli gli auguri, ma spero che gli arrivino ugualmente, perchè “nessun luogo è lontano”


Sep
15

Rain on Rome

Posted by gwineth in Musica :)

Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.
Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
Piove su le tamerici
salmastre ed arse,
piove sui pini
scagliosi ed irti,
piove su i mirti
divini,
su le ginestre fulgenti
di fiori accolti,
su i ginepri folti
di coccole aulenti,
piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggeri,
su i freschi pensieri
che l’anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
t’illuse, che oggi m’illude,
o Ermione.

Odi? La pioggia cade
su la solitaria
verdura
con un crepitio che dura
e varia nell’aria secondo le fronde
più rade, men rade.
Ascolta. Risponde
al pianto il canto
delle cicale
che il pianto australe
non impaura,
né il ciel cinerino.
E il pino
ha un suono, e il mirto
altro suono, e il ginepro
altro ancora, stromenti
diversi
sotto innumerevoli dita.
E immensi
noi siam nello spirito
silvestre,
d’arborea vita viventi;
e il tuo volto ebro
è molle di pioggia
come una foglia,
e le tue chiome
auliscono come
le chiare ginestre,
o creatura terrestre
che hai nome
Ermione.

Ascolta, Ascolta. L’accordo
delle aeree cicale
a poco a poco
più sordo
si fa sotto il pianto
che cresce;
ma un canto vi si mesce
più roco
che di laggiù sale,
dall’umida ombra remota.
Più sordo e più fioco
s’allenta, si spegne.
Sola una nota
ancor trema, si spegne,
risorge, trema, si spegne.
Non s’ode su tutta la fronda
crosciare
l’argentea pioggia
che monda,
il croscio che varia
secondo la fronda
più folta, men folta.
Ascolta.
La figlia dell’aria
è muta: ma la figlia
del limo lontana,
la rana,
canta nell’ombra più fonda,
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su le tue ciglia,
Ermione.

Piove su le tue ciglia nere
sì che par tu pianga
ma di piacere; non bianca
ma quasi fatta virente,
par da scorza tu esca.
E tutta la vita è in noi fresca
aulente,
il cuor nel petto è come pesca
intatta,
tra le palpebre gli occhi
son come polle tra l’erbe,
i denti negli alveoli
son come mandorle acerbe.
E andiam di fratta in fratta,
or congiunti or disciolti
( e il verde vigor rude
ci allaccia i melleoli
c’intrica i ginocchi)
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani

ignude,
su i nostri vestimenti
leggeri,
su i freschi pensieri
che l’anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m’illuse, che oggi t’illude,
o Ermione.


Sep
3

4 gattini di 1 settimana cercano adozione prematura urgente!

Posted by gwineth in Everyday life

la gatta aziendale 1 settimana fa ha avuto un parto sfortunato, questi nella foto sono i 4 gattini sopravvissuti. Sono troppo piccoli per definire se maschi o femmine, nel caso la cosa fosse una discriminante.
Due di loro hanno bisogno di antibiotici, uno perchè ha i punti sul pancino all’altezza dell’ombelico, uno perchè ha perso una zampa.
La gatta non ha abbastanza latte, i gattini vanno allattati artificialmente e dove si trovano ora non c’è possibilità di salvarvi.
Chiediamo urgentemente aiuto, i micini sono a Roma e hanno poche possibilità di sopravvivere per come stanno messe le cose ora…
Chiunque fosse interessato, mi contatti


Sep
2

Night haiku

Posted by gwineth in Everyday life

Non c’e’ nulla di più bello degli occhi di una persona cara che si illuminano perché l’hai resa felice!


Sep
1

1, 2, 3… jet lag!

Posted by gwineth in Everyday life

per quanto si sia stati bravi, senza dormire sull’aereo del rientro e rispettando i ritmi di luce e buio… il jet lag ha colpito!
Ieri sera sono crollata alle 9, senza accorgermene, mi sono svegliata a mezzanotte circa, ho letto invano fino all’una nel tentativo di restare sveglia un po’, poi di nuovo nanna e questa mattina, inesorabilmente, alle 6 ero sveglissima…
C’è di buono che si prospetta un weekend di ore piccole, quello magari servirà per tornare in carreggiata con gli orari, paradossalmente!
E oggi, rientro al lavoro… voglia zero.


Elenn sìla lùmenn' omentielvo is Stephen Fry proof thanks to caching by WP Super Cache

encyclopedie & Credit counseling & national guard