«
»


Nov
14

Preludio: L’Incontro

Posted by gwineth in changeling

“Immaginati Roma alle sei di sera, il rumore della gente che torna a casa, il rumore dei pensieri… brusio impazzito nelle orecchie, mentre cerco il sapore di un desiderio, l’impatto violento di una malata bramosia, il liquido languore di un sogno che non vuole morire, la gioia di sentirmi meno solo…
Mi spingo avanti, scendo dalla metropolitana, azzurra di acciaio, e con fare poco convinto vago per i lunghi tapis roulant di Ostiense, mentre folle grige di pendolari trascinano le iridi spente verso casa. Mi sfiorano e m’investono con stanca noia, odo il rimbombo del mio richiamo nel vuoto dei loro sogni perduti.
Poi, tu mi invadi, impertinente: sguardo violetto e indagatore, che rialza i miei occhi bassi. Nel sorriso rosato leggo la mia stessa condizione, trovo la sfumatura argentea nascosta nei tuoi capelli, che io solo vedo.
Ti ho aspettato, Sorella, Amica e Amante, per un anno, un mese e un giorno, mentre scivolavi nel vento della scoperta di altri luoghi, ed ora sei finalmente giunta.
Sette giorni e sette notti per mostrarti Roma, riempirti gli occhi delle sue magie, offuscarti il respiro con le ansie, farla rinascere con il Sogno…”

[oggi ha preso finalmente vita la cronaca di changeling scritta a quattro mani col Sidhe... a tutti, buoni sogni]

Leave a Reply

Comment

Spam Protection by WP-SpamFree

Elenn sìla lùmenn' omentielvo is Stephen Fry proof thanks to caching by WP Super Cache

encyclopedie & Credit counseling & national guard