Jun
29

Yes…

Posted by gwineth in Everyday life

…I’m thinkin’ about you…


Jun
28

L’Idraulico

Posted by gwineth in Everyday life

Casa deserta. Caldo ma non troppo. Il solito portatile sul solito scatolone. Evviva il pavimento.

Driiiiiiiin!
“Pronto?”
“Pronto, aho sono er fijo dell’idraulico, tu hai conosciuto solo a mio padre, ma volevo sapè se poi devo venì a sistemarte i tubi in cuscina…”
“Piacere di conoscerti… ehm… la cucina me la consegnano lunedì, quindi direi che da martedì in poi…”
“Senti, bbbella, posso darte der tu? Famo così: io lunedì te faccio ‘no squillo, così me disci a che punto sono e magari sargo da te anch’io! Ciao bbbella, buona serata!”

Forse la leggenda urbana degli idraulici è vera?


Jun
27

My true nature?

Posted by gwineth in Everyday life

…almeno per questa settimana…


Jun
26

Pensieri sparsi

Posted by gwineth in Everyday life, wedding

Dopo 4 giorni senza connessione e una settimana infernale, posso solo lasciare sul blog qualche pensiero sparso, mentre scrivo seduta per terra su un foglio di giornale, col portatile su uno scatolone dei maglioni, in una casa completamente deserta…

- odio la gente che ci mette una vita a spostarsi quando per strada sente arrivare un’ambulanza. Se sei mai stato su un’ambulanza, o sei mai stato uno dei parenti che corre dietro a quell’ambulanza, sai che vuoi che tutti si spostino, e subito.

- IKEA di bologna ti porta i mobili quando ha detto che lo farà. IKEA di roma te li porta 10 giorni dopo il previsto e se chiedi qualche scusa se la prendono anche

- sabato siamo andati a parlare col prete che ci deve sposare. Penso abbia pensato seriamente a bruciare i documenti prima di farci entrare in chiesa. Dani gli ha detto che “spera di essere fedele ma non può assicurarlo a priori, perchè non è umana come cosa” e che è sempre fuggito dal nostro rapporto fisso e che tuttora ogni tanto sente di essere in fuga. Io ho mantenuto l’aplombe, perchè lo so e me lo ha detto mille volte, ma il sacerdote aveva il sopracciglio che tremava un bel po’…

- io dopo aver assistito ad una messa cattolica domenica scorsa ho deciso che il mio prossimo passo sarà la conversione al protestantesimo… quindi nei prossimi mesi attendetevi forti deliri spirituali, perchè ne avrò

- Lestat è un angelo: mi ha portato un sacco di manuali vecchi di Ravenloft, che volevo da una vita… e per questo gliene sarò “eternally grateful”

- il Sidhe… che parola posso usare? Dolce? No, non basterebbe. Diciamo Vaniglia.

- il SatirKoala mi ha mandato un SMS da togliere il fiato: 10+ “sei la cosa più bella che mi sia capitata da anni a questa parte, grazie”

- Lola ha finalmente detto fine alla Saga del Telefono. Ora forse si riapriranno capitoli di saghe precedenti, ma almeno ha capito cosa vuole e cosa no. Per ora. Le voglio un sacco di bene lo stesso.

- un saluto a Prezzemolino, visto che so che sta leggendo

e infine… un milione di grazie a tutti quelli che ci stanno mandando i regali!!!


Jun
19

Fedi

Posted by gwineth in Everyday life, wedding

Sabato abbiamo scelto le fedi e siamo orgogliosi di dire che sembrano tutto meno che fedi.
Già eravamo tutti e due perplessi prima di entrare dall’orefice, diciamo preoccupati.
Ci sediamo e ci tirano fuori un vassoione di fedi dorate, dalle mantovane alle sarde, passando per quelle classiche e lisce, e noi sbarriamo gli occhi terrorizzati.
Il tizio ci vede, timidamente le sposta e prende quelle di oro bianco, che sembrano d’argento. Scartiamo tutte quelle che per forma assomigliano alle fedi vere e ne scegliamo una coppia squadrata, davvero stile anello d’argento.
“Cosa ci vogliamo scrivere, dentro? Nome e data?”
“No, no, gwineth in una e mafa nell’altra”
E lì, sbarra gli occhi l’orefice. (1 a zero per noi)
“E basta?”
“Sì, solo quello.”


Jun
18

Sogni…

Posted by gwineth in Everyday life

Il mare, tra l’azzurro e il verde.
La sabbia, di un giallo paglierino.
Le cabine colorate di rosso, il sole splendente nel cielo.
I tuoi occhi scuri, i capelli lunghi, con i ricci che ti arrivano al mento, come li portavi qualche anno fa, ad incorniciare il sorriso.
Sotto di te, lo skateboard, mentre scivoli sul lungomare, davanti a me, e ti fermi.
Per qualche motivo, ti guardo negli occhi.
Per qualche assurdo motivo, dico di averti sempre amato, come quando avevamo sei anni e tutti e due giocavamo ad essere io la principessa e tu il cavaliere. Poi, da grandi, non successe mai.
Per qualche assurdo motivo, tu mi guardi negli occhi, con i tuoi occhi scuri, e mi dici “Non temere, io continuo a guardarti.”

La cosa ancora più assurda, Max, è che sei morto, in quell’incidente di quasi due anni fa.

Sono certa che molti saprebbero dirmi tante cose, forse soprattutto Lola. Dopotutto, c’è ancora una cosa che non le ho detto. Io voglio solo che questa sia la voce del mio cuore, che mi dice che non ci siamo mai persi.


Jun
14

La sfiga ci vede benissimo

Posted by gwineth in Everyday life

Inizio il trasloco. Carico i primi pacchi in macchina, li scarico alla casa nuova. Tiro fuori le chiavi della porta blindata e faccio per aprirla (sì, ok, ieri la serratura era un po’ dura) e… si spezza la chiave della porta blindata, ovviamente dentro la serratura O_o è chiaro che nessuno le ha mai fatto un minimo di manutenzione…

chiamo il fabbro del pronto intervento 24 ore su 24, arriva dopo circa 1 ora, mi trafora la porta perchè la serratura è beyond resurrection: totale 230 euro, 30 di chiamata e 200 di lavoro.
Poi, torna due ore dopo per montare la serratura nuova, perchè a questo punto devo ovviamente cambiarla e ci metto una di quelle europee. Già che ci sono, cambio la maniglia: totale 550 euro, con la maniglia in omaggio.

Insomma, ieri c’è stata una “spesa imprevista” di 780 euro. La mia testa la quantifica in puntate di programma e il mondo inizia a girarmi intorno vorticosamente.


Jun
14

devastante

Posted by gwineth in Everyday life, wedding

se qualcuno mai si chiedesse com’è il mese prima di sposarsi… questa è la risposta
nella mente, nelle mani, negli occhi, ti vorticano un milione di cose, pensieri, parole

cmq, oggi abbiamo firmato per la casa :) quindi devo spuntare un’altra cosa dalla “to do list” del 2006
peccato che a Dani la casa fosse sempre piaciuta… tranne che da oggi, quando ci ha rimesso piede dentro e ha inalberato un musetto depresso della serie “ho scoperto solo ora che non mi piace più” :( magari saperlo prima di averla pagata dal notaio, contando che domattina si va in banca per i documenti del mutuo…


Jun
14

canto del telaio nel cielo – Acustimantico

Posted by gwineth in Everyday life

Tessere una tela infinita e circolare
sospesi assieme in aria
senza parole
Tutto quel che occorre
l’ho imparato dai tuoi sensi
perdona se non sono quello che pensi
Tutto quel che ho
io l’ho rubato al tuo passato
perdonami se è stato quello che è stato


Jun
13

Namarie

Posted by gwineth in Everyday life

…Ed io non sarò oscura, ma bella e terribile come la Mattina e la Notte! Splendida come il Mare ed il Sole e la Neve sulla Montagna! Temuta come i Fulmini e la Tempesta! Più forte delle fondamenta della Terra. Tutti mi ameranno, disperandosi…”

” Ho superato la prova, perderò i miei poteri e me ne andrò all’Ovest, e rimarrò Galadriel.”


Jun
12

Ambaratane

Posted by gwineth in Everyday life

…questa la devo a lei: letta e prelevata, perchè è bellissima, davvero:

Le ragazze sono come le mele sugli alberi.
Le migliori sono sulla cima dell’albero.
Gli uomini non vogliono arrivare alle migliori, perché hanno paura di cadere e ferirsi.
In cambio, prendono le mele marce che sono cadute a terra, e che, pur non essendo così buone, sono facili da raggiungere.
Perciò le mele che stanno sulla cima dell’albero, pensano che qualcosa non vada in loro, mentre in realtà “Esse sono grandiose”. Semplicemente devono essere pazienti e aspettare che l’uomo giusto arrivi, colui che sia cosi coraggioso da arrampicarsi fino alla cima dell’albero per esse.
Non dobbiamo cadere per essere raggiunte, chi avrà bisogno di noi e ci ama farà di TUTTO per raggiungerci.
La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, ne dalla testa per essere superiore.
Ma dal lato per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, e accanto al cuore per essere amata.


Jun
11

Vecchie comari

Posted by gwineth in Everyday life

So che ci sono alcuni che leggono questo blog (e spesso leggono senza commentare) che da qualche giorno, con molta malizia, si stanno chiedendo “ma come sarà finita la questione del compagno di ballo, gli scazzi con la tipa e tutto il resto?”.
Ecco, a queste persone, che spesso e volentieri sono le stesse che poi mettono o metteranno in giro voci assurde, tese a far male anche se forse non se ne rendono conto, tese alla malignità e infinitamente stupide, voglio dire solo due cose.
La prima: ho risolto. Galadriel resterà per sempre Galadriel. Chi mi conosce davvero sa cosa significa questa frase.
La seconda: se il mondo fosse privo della vostra presenza, sarebbe davvero più bello e felice. Ogni tanto fatevi un esame di coscienza e uscite dal vostro piccolo buco di buia cattiveria.


Jun
11

Grazie, ma…

Posted by gwineth in Everyday life

:) grazie a tutti, prchè mi state vicinissimi e mi ricoprite di attenzioni ogni volta che sembro un po’ triste… :)
grazie davvero, ma… :P per fortuna devo dire che le considerazioni sulla depressione di coppia non riguardavano assolutamente me :)
Era una considerazione fatta osservando due amici che vanno avanti perdendo il sorriso invece che dandosi una mano a vicenda per trovarlo e che, spero, impareranno a volare in due, invece che a restare a terra col muso lungo.


Jun
10

Du is megl che uan?

Posted by gwineth in Everyday life

Insomma: se si è in due e uno è depresso, è davvero la logica conseguenza che lo sia anche l’altro?
O non sarebbe forse meglio pensare che se uno dei due è depresso, allora sta proprio all’altro il dovere di farsi forza ed esserlo il meno possibile?
Se in una coppia uno dei due cede e cade nelle paludi della tristezza, quanto ha senso che anche l’altro si lasci affondare piangendo, invece di tenere la testa il più alta possibile e provare a tirarti fuori?


Jun
10

Una canzone che continua a marchiare la mia vita…

Posted by gwineth in Everyday life

Every breath you take
Every move you make
Every bond you break
Every step you take
Ill be watching you

Every single day
Every word you say
Every game you play
Every night you stay
Ill be watching you…


Jun
5

Felice

Posted by gwineth in Everyday life

Questa sera forse ho trovato il feeling giusto.
Forse ho trovato il mio compagno di tango.
A molti potrà sembrare una sciocchezza, ma non è così comune riuscire a trovarlo, soprattutto quando il predecessore era quasi perfetto.
Serve sintonia, serve lo stesso modo di pensare, la capacità di fidarsi ciecamente dell’altro e un’affinità per i passi e le figure.
Ecco, questa sera, dopo quasi 3 anni e mezzo di ricerca, io sono felice, perchè l’ho trovato.
Ora devo solo convincerlo a continuare :)


Jun
3

Tamar(r)a Corelli

Posted by gwineth in Everyday life

Ieri notte sono tornata indietro nel tempo… di più di 15 anni… devo ringraziare Prezzemolino e il Sidhe che mi hanno dato in mano un personaggio con cui finalmente non dover riflettere troppo, ma poter agire.
Ogni tanto fa bene anche un po’ di sana violenza, ma solo quando si gioca di ruolo.
:)
E poi, Prezzemolino ora sarà felice, perchè finalmente ha un nome tutto suo.


Jun
1

to whom it may concern…

Posted by gwineth in Everyday life

…perchè so che il destinatario capirà che è per lui…

Non farti sovrastare dalla schiavitù del dover essere in due per potersi realizzare: essere in due ha senso solamente se al tuo fianco c’è davvero la persona che vorresti trovarci, oppure diventa solo una pallida luce che cerca di imitare una stella.
Quello che fai ogni giorno deve avere un senso per te e per te solo. Deve riempire i tuoi occhi quando ci pensi, darti la carica quando sei giù di morale, regalarti speranze quando ti sembrerà di non averne. Tutto il resto, me lo hai insegnato tu stesso, può non solo aspettare, ma anche essere dimenticato. Vivi, ma vivi facendo quello che vorresti, o almeno in continua tensione verso i tuoi desideri… Questo ha senso, perché sei tu stesso a darglielo.
E poi, non dimenticare che ci sono sempre, al tuo fianco, anche quando ti sembro lontana, perché sono appesa a quel filo invisibile che da sempre ci unisce e che nulla potrà scindere.


Jun
1

come un pesce rosso

Posted by gwineth in Everyday life


Elenn sìla lùmenn' omentielvo is Stephen Fry proof thanks to caching by WP Super Cache

encyclopedie & Credit counseling & national guard